Tempo di lettura: 4 minuti

A qualche anno dall’inizio della rivoluzione Blockchain sono tanti i settori che iniziano a rivolgere la propria attenzione a questa tecnologia, alla ricerca di soluzioni migliorative per i propri processi interni ed esterni. Molte aziende però, sono ancora alla ricerca di una risposta pratica ai problemi reali del proprio business. Tra questi, l’efficientamento dell’intera filiera della catena logistica, soprattutto per ciò che concerne la trasparenza, la tracciabilità dei prodotti e l’ottimizzazione del sistema di raccolta dati.

Vechain è la piattaforma che punta a rispondere a questi problemi rivoluzionando la gestione della supply-chain, attraverso un ecosistema digitalizzato, cucito sulle esigenze delle aziende, che combina l’uso della tecnologia IoT e della Blockchain. Scopriamo insieme tutte le potenzialità di Vechain (link al canale telegram italiano: https://t.me/VeChainItaliaUnofficial )

Autenticità e tracciabilità dei prodotti: una risposta concreta

Vechain offre una soluzione efficiente per i problemi di tracciabilità e contraffazione che colpiscono aziende di qualsiasi industria: dal settore automobilistico al mercato dei beni di lusso, fino ai produttori di vino o trasportatori di cibo.

Solo in Cina, il mercato della contraffazione costa alle aziende estere un totale di 20 bilioni di dollari all’anno. Attraverso l’utilizzo di chip RFID installati nel prodotto, Vechain raccoglie e trasmette i dati raccolti lungo la catena logistica trasferendoli sulla Blockchain, che è per sua natura immutabile e trustless: questo impedisce qualsiasi tipo di manomissione delle informazioni registrate. Che si tratti di una borsa di lusso, di una bottiglia di buon vino italiano, di un vaccino o di un’auto venduta sul mercato dell’usato, Vechain offre la soluzione ideale per l’ottimizzazione, sia a livello di costo che di efficienza, della filiera logistica aziendale.

I partner strategici al fianco di Vechain

 Grazie all’esperienza del team, guidato dal carismatico Sunny Lu (ex CIO Louis Vuitton Asia), Vechain ha saputo intercettare con largo anticipo le esigenze delle aziende, essendo presente sul mercato già da 3 anni con una consortium chain privata, di cui la ICO, lanciata nell’agosto 2017, è la naturale prosecuzione. Questa lungimiranza ha dato vita a due partnership strategiche con PWC, una delle big four internazionali dell’audit, e DNV-GL, leader mondiale nel settore della business assurance, che vanta oltre 100.000 clienti nel mondo. Grazie al sodalizio, le due aziende operano da facilitatori dello sviluppo del business, permettendo a Vechain di aggredire più rapidamente il mercato mondiale. Nel ruolo di advisor, impossibile non menzionare Jim Breyer, fondatore di Breyer Capital e uno dei più rispettati Venture Capitalist al mondo, già investitore in Facebook nel 2005.

recensione vechain
Il complesso ecosistema VeChain

Dall’automotive al food: la rete trasversale di partnership di Vechain

Grazie allo sviluppo di un servizi pensati per le aziende e all’appoggio strategico di DNV-GL e PwC, Vechain vanta già da ora una quantità notevole di partnership di altissimo livello: da Renault a BMW, da LVHM a Givenchy, passando per DB Schenker e Bright Food, fino a NTT Docomo a Kuehne & Negel. Pochi giorni fa, Vechain ha ufficializzato la partnership con BYD, leader mondiale delle auto elettriche: entro la fine dell’anno, oltre 500.000 vetture immesse nel mercato monteranno il sistema sviluppato in collaborazione con Vechain per il tracciamento dei dati di guida e delle emissioni di C02. A tutti gli effetti, la prima applicazione di massa della blockchain su scala globale da parte di una azienda di queste proporzioni.

VET e VTHO: il modello economico a due token di Vechain

 Vechain propone un modello a due token: VET e VTHO. VET è il token principale, il motore del progetto, che sorregge l’intero ecosistema. VTHO è la benzina immessa nel motore dalle aziende, che viene prodotta da VET e bruciata ogni qual volta una transazione viene registrata dalla blockchain VechainThor. VET genera VTHO ad un tasso di 0.000432 VTHO al giorno per ogni VET posseduto. Questo fa sì che tutti i detentori di VET beneficino del reddito passivo generato dal token VTHO. Al momento, Binance, Kucoin e Lbank distribuiscono VTHO periodicamente, mentre conservando i token nel wallet ufficiale (scaricabile da IOS App Store o Google Play Store) VTHO sarà generato in tempo reale.

Il modello di governance: PoA, x-nodes e economic nodes

Il modello di governance Vechain ruota intorno alla Steering Committee, presieduta da membri del team e rappresentanti di DNV-GL e PwC che governa l’ecosistema, assicurandone la continua innovazione e sviluppo. L’ecosistema è  fondato su 101 Authority Node, ovvero 101 nodi  di almeno 250 milioni di token, che vengono scelti da Vechain dopo un accurato processo di selezione: aziende o privati, capaci di portare valore all’ecosistema sotto ogni punto di vista. Gli authority node sono gli unici masternode autorizzati a validare e produrre blocchi, e costituiscono quindi le base fondante dell’ecosistema. Intorno ad essi, si muovono gli x-node e gli economic nodes, ovvero dei nodi che non assolvono a funzioni di consenso, ma che permettono agli holder di ottenere dei bonus aggiuntivi di produzione di VTHO, calcolati in base al numero di token detenuti e al livello di nodo raggiunto.

Tracciabilità e non solo: l’ecosistema ICO di Vechain

A fianco delle soluzioni BaaS per la supply chain, la naturale evoluzione di Vechain è quella di piattaforma ICO, sulla quale startup e Fortune 500 lanciano i propri progetti blockchain, supportati da advisor di caratura internazionale e da una community solida e appassionata. Sono 6 le ICO già annunciate (OceanEx, Plair, MustangChain, SafeHaven, Ezpresso, Cahrenait), con altrettante pronte  a partire entro la fine dell’anno. In più, sono pronte al lancio applicazioni decentralizzate di grande rilevanza come DBET, che punta a rivoluzionare il mondo del betting online, e MyStory, la dApp realizzata da DNV-GL che ha già ricevuto l’adozione di 4 importanti aziende vinicole italiane come Chiarlo, Ricci Curbastro, Ruffino e Torrevento.

certificazione vini blockchain
Certificazione di vini italiani su Blockchain VeChain

VEN diventa VET: il token swap e dove acquistare i token Vechain

Con il lancio ufficiale della mainnet avvenuto due mesi fa, VeChain ha abbandonato la rete Ethereum, trasformandosi da VEN (token ERC-20) a VET (VeChainThor). In più avvenuto un token split con rapporto di 1 a 100, che non ha influito sul marketcap totale: un vecchio VEN corrisponde oggi a 100 VET, con il valore del singolo token  ora diviso per 100. Alcuni degli exchange principali come Binance, Kucoin, Houbi, e Lbank hanno già effettuato il token swap e offrono già la possibilità di acquistare VET. Altri exchange, come Bitfinex, Bithumb o Coinnex propongono ancora il vecchio token ERC-20 VEN. Il token swap può essere effettuato manualmente attraverso il wallet ufficiale VechainThor, scaricabile da Google Play Store o IOS App Store.

Per qualsiasi domanda, o nel caso avessi bisogno di un approfondimento, siamo a tua disposizione nel canale Telegram della community italiana di Vechain. Ti aspettiamo!

VECHAIN TELEGRAM ITALIA

COINERS TELEGRAM

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.