Tempo di lettura: 3 minuti

Cryptopia è un exchange neozelandese lanciato nel 2014 da Adam Clark e Rob Dawson. Nato per essere l’exchange di riferimento della Nuova Zelanda si è presto fatto conoscere in tutto il mondo per l’enorme scelta di altcoin, ovvero tutte quelle criptovalute alternative a Bitcoin con una bassa capitalizzazione che, normalmente, non sono presenti su altri exchange più grandi come Binance.

Altri punti di forza di Cryptopia sono l’attiva community di supporto, il forum, il marketplace e la possibilità per i trader neozelandesi di depositare ed utilizzare direttamente moneta FIAT locale (dollari neozelandesi) per effettuare compravendite anzichè passare obbligatoriamente per Bitcoin.

Criptovalute e mercati di Cryptopia

Come anticipato, uno dei punti di forza di Cryptopia è l’enorme varietà di criptovalute presenti. Al momento della stesura dell’articolo, nel mercato di scambio con BTC, sono presenti oltre 546 differenti crypto.

I mercati di scambio sono: BTC (Bitcoin), USDT (Tether dollaro americano), NZDT (Tether dollaro neozelandese), LTC (Litecoin) e DOGE (Dogecoin).

Una volta selezionato un mercato di scambio, avremo a disposizione la schermata di compravendita con tutte le principali funzioni e parti di un exchange: Grafico, Order Book, Distribuzione, Form per comprare, Form per vendere, La lista di ordini d’acquisto e vendita, la history del market, gli ordini aperti e quelli chiusi.

La schermata di un qualsiasi mercato di Cryptopia
La schermata di un qualsiasi mercato di Cryptopia

Fees e Commissioni

Attualmente Cryptopia prende una commissione del 0.2% sulle operazioni di trading mentre in fase di deposito non vi è alcun tipo di fee da pagare.

In fase di prelievo invece la commissione cambia in base all’attuale situazione della blockchain scelta.

Sicurezza

Sul lato sicurezza è alla pari dei maggiori exchange presenti sul mercato ed incorpora tutte le principali misure anti-hacking come l’Autenticazione a 2 Fattori e l’imposizione di utilizzo di password sicure. Oltre a questo è bene ricordare che la Nuova Zelanda, patria di Cryptopia, è uno degli stati più attenti alla privacy e ad alla protezione dei dati.

Ricordiamo comunque che gli exchange centralizzati non sono sicuri ed è sempre meglio affidarsi ad un hardware wallet per detenere le proprie criptovalute come il Ledger Nano S o il Trezor Wallet.

Come funziona Cryptopia

Fare trading su Cryptopia è semplice e l’interfaccia è relativamente user-friendly.

  1. Per prima cosa dovrai depositare BTC, USDT, NZDT, LTC o DOGE sul tuo account. Per fare ciò dovrai cliccare nell’icona “₿” accanto al nome del tuo account in alto a destra. Successivamente ti verrà mostrata la seguente schermata, dovrai a questo punto selezionare la criptovaluta che vuoi depositare nel tuo account e ti verrà mostrato l’indirizzo. Dovrai quindi accedere al tuo attuale wallet ed inviare la transazione all’indirizzo riportato.
    cryptopia come depositare
  2. Una volta inviati i tuoi Bitcoin (o qualsiasi altra criptovaluta tu abbia inviato a Cryptopia), dovrai andare nella sezione “Exchange” > “Markets” e selezionare la criptovaluta che vuoi acquistare o vendere. Ti apparirà una schermata simile a quella mostrata in cima all’articolo. Come potrai notare saranno presenti 2 form, uno per comprare la criptovaluta scelta, l’altro per venderla.
    Sotto ai due form saranno presenti altre 2 schede relative agli ordini d’acquisto e di vendita quindi, se non desideri impostare manualmente un prezzo di acquisto/vendita, ti basterà cliccare in uno degli ordini per inserire automaticamente tali dati nel form di compravendita.
  3. Una volta acquistate o vendute le tue altcoin, dovrai solo aspettare che l’ordine venga eseguito e, una volta che la controparte (acquirente o venditore) accetterà la tua proposta, le tue crypto saranno disponibili nel tuo portafoglio virtuale di Cryptopia.

Conclusione

Cryptopia è un’ottima opzione per fare trading di criptovalute. Le fees sono in linea con gli altri exchange, il supporto è attivo e disponibile e ci sono tantissime altcoin a disposizione. Nel complesso, oltre ad avere tutte le funzionalità base di un exchange professionale, (secondo il tema) ci sono grandi novità in arrivo per il futuro e lo rende uno degli exchange più user-oriented attualmente presenti sul mercato.

Riccardo Masutti
Autore

Sono uno startupper, ethical hacker e consulente di Blockchain/Bitcoin e Digital Marketing. Mi considero una persona intraprendente e molto determinata, faccio del learning transfer il mio punto di forza e questo spiega il perchè sono sempre interessato nelle nuove tecnologie ed innovazioni. Ho una mentalità Open-Source oriented, amo la crittografia e tengo molto alla sicurezza, sia relativa a Bitcoin ma non solo… Bitcoin user and miner since 2011.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.