Tempo di lettura: 4 minuti

Bitcoin a $500.000 o persino $ 1,000,000? E’ un’esagerazione o è veramente possibile? Bene, per capirlo, quest oggi, faremo dei calcoli  utilizzando il calcolo esponenziale e le performance passate. Ma prima di tutto; da dove è nata la “leggenda” che Bitcoin sarebbe arrivato ad un milione di dollari entro la fine del 2020?

Tutto è iniziato da un semplice tweet

John McAfee ha pubblicato un tweet sul celebre social network Twitter il 17 Luglio 2017 profetizzando che da li a tre anni, il prezzo di un singolo Bitcoin sarebbe cresciuto fino ad arrivare a 500.000,00 $. Quel giorno, il prezzo medio di Bitcoin era di 2,244$; eppure sembrava esserne davvero sicuro, tanto da scommettere un qualcosa a lui molto caro.

 

 

In seguito ha addirittura rivisto la sua scommessa e ha previsto $ 1 milione entro la fine del 2020:

Matematica o magia?

E’ davvero possibile che Bitcoin raggiunga quelle cifre in così poco tempo? per arrivare a questa conclusione, il nostro caro John, ha utilizzato Il modello matematico noto come Modello di Malthus o Crescita Esponenziale. McAfee ha ipotizzato una crescita esponenziale dello 0,4840957035% al giorno (o superiore ovviamente). Rispetto all’enormi variazioni di prezzo a cui siamo abituati quando parliamo di Bitcoin, mezzo punto percentuale, non suona poi così impossibile no?

In ogni caso, proviamo anche noi a seguire il modello di Matheus per capire se la predizione di McAfee è matematicamente possibile. (Per questioni di tempo e per non uscire molto dal tema dell’articolo non spiegherò il funzionamento e come si svolgono le funzioni esponenziali, ma se siete interessati a comprendere meglio i calcoli che seguiranno vi consiglio di leggere questo post oppure questo post).

Ipotizziamo lo stesso tasso variazione usato da McAfee e prendiamo la calcolatrice. Utilizziamo la seguente formula per calcolare quindi la crescita percentuale su base annuale che BTC dovrebbe avere per arrivare a 1 Milione nel 2020.


Il risultato è di una crescita annuale del 428.82%

Il valore del Bitcoin dovrebbe quindi raddoppiare ogni 144 giorni:


e decuplicare ogni 477 giorni:


Se utilizziamo come prezzo iniziale il prezzo del BTC del 17 Luglio 2017, giorno in cui McAfee ha condiviso il link, scopriamo che il prezzo ad, oggi, (26 Aprile 2018) è perfettamente in linea con la previsione o quasi.

Dal 17/02/2017 al 26/04/2018, la previsione è di 283 giorni e il prezzo sarebbe dovuto essere:
1.004840957035282 * $ 2,244.265 = $ 8,802.74

Scala logaritmica (1, 10, 100)

Nella giornata di oggi, il prezzo di Bitcoin è di $ 8,834 ovvero perfettamente in linea con il ritmo che dovrebbe tenere per arrivare ad 1 milione entro la fine del 2020. Vediamo le “tappe” di prezzo da qui a tre anni:

Entro la fine del 31/12/2018 (previsione a 532 giorni):
1.004840957035532 * $ 2,244.265 = $ 29,299.01

Entro la fine del 31/12/2019 (previsione a 897 giorni):
1.004840957035897 * $ 2,244.265 = $ 170,756.71

Entro la fine del 01/06/2020 (previsione a 1050 giorni):
1.0048409570351050 * $ 2,244.265 = $ 357,494.23

Entro la fine del 31/12/2020 (previsione a 1263 giorni):
1.0048409570351263 * $ 2,244.265 = $ 1,000,000.00

 

Perché dovrebbe crescere cosi tanto?

Abbiamo visto, che matematicamente, l’affermazione fatta da McAfee non è poi così tanto utopistica, ma la realtà è tutto un altro paio di maniche. Perchè dovrebbe crescere cosi tanto quindi ?

  1. Bitcoin è limitato. Ci saranno solo 21 milioni di BTC; Questo vuol dire che se ogni Milionario nel mondo ne volesse uno non ce ne sarebbero abbastanza.
  2. Questa tecnologia è ancora in una fase embrionale. La capitalizzazione di mercato di Bitcoin è ancora molto piccola, rispetto a quella del oro, delle carte di credito o al mercato azionario. Pensate ad internet nella metà degli anni novanta, quando la maggior parte credeva che fosse solo per nerd e non aveva alcuna reale utilizzo. Molte persone non hanno ancora adottato Bitcoin, ma lo adotteranno molto presto e per la legge della domanda e dell’offerta, se l’offerta rimane uguale, ma la domanda diventa maggiore; il prezzo diventa più alto.

Cosa può andare storto?

Anche se bitcoin ha dimostrato nel corso degli anni di essere una cryptovaluta e un ecosistema sicuro e resistente, c’è ancora molto che può andare storto. La regola è sempre la stessa: Non investire più di quello che ci si può permettere di perdere!
Certo, Bitcoin potrebbe andare a zero e anzi, molte persone la pensano proprio così, ma noi come si sarà sicuramente capito, non facciamo parte di quel gruppo di persone.

Bitcoin morirà perchè spreca troppa elettricità?

Tra tutte le cose che possono andare storte, questa è la meno probabile. Il mining di bitcoin è stato concepito per essere difficile apposta. La cosiddetta prova di lavoro (Proof Of Work o POW) è il protocollo che controlla l’offerta di moneta ed è ciò che rende la blockchain di Bitcoin a prova di manomissione. L’oro non avrebbe avuto molto valore e rilevanza storica se fosse stato cosi facile da trovare o creato dal nulla. Una blockchain facile da manomettere non sarebbe affidabile. Molti minatori si trovano in luoghi con un surplus di energia elettrica.

E le emissioni di Co2 ?

Vogliono farci credere che il Bitcoin sia un grosso problema per l’inquinamento del pianeta. Non dimentichiamoci che viviamo in un mondo in cui la maggior parte dei mezzi utilizza il petrolio come fonte di energia e grosse fabbriche immettono quantità stratosferiche di gas nocivi nell’aria. Bitcoin è l’ultimo dei problemi quando si parla d’inquinamento. In ogni caso, molte farm (si chiamano così le aziende dove vengono estratti i Bitcoin) utilizzano fonti di energia rinnovabili come l’energia geotermica, quella idroelettrica, solare ecc. Ancora non sei convinto? Prova a pensare per un attimo quanto sia complicato il sistema Fiat (le valute a corso legale come Euro e Dollaro) e quanto costa in termini di elettricità. Prova a pensare quanta sia l’elettricità consumata dai macchinari per stampare denaro, dalle banche, dagli atm, dai server e da tutto l’ecosistema che gira intorno a questo sistema e sarete d’accordo con me che non c’è molta differenza rispetto a Bitcoin.

 

Chi è McAfee? E’ attendibile?

John McAfee è il fondatore di McAfee Antivirus. Alcuni dicono che sia un genio mentre altri dicono che sia un pazzo. Ma in questo caso non importa. Non si tratta di McAfee. Matematicamente la sua previsione è realistica, ma è ancora troppo presto per capire se si avvererà o sarà costretto a… beh a fare un qualcosa di molto doloroso in diretta TV.

Luca Colombo
Autore

Freelance ed imprenditore digitale (adesso va di moda no? Lol). Sostenitore di Bitcoin e della proprietà patrimoniale. Mi piacciono tante cose, troppe per elencarle in poche righe, ma se fossi costretto a dirne solo tre, sceglierei sicuramente: l’Informatica, la tecnologia e i Manga. La mia passione per le crittovalute e la filosofia alla base di Bitcoin mi ha portato ad aprire dapprima un blog tutto mio e in un secondo momento ad entrare a far parte del team di Coiners per cercare di far conoscere, a sempre più persone, questa grande rivoluzione. In Math we trust.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.