Tempo di lettura: 5 minuti

Ogni volta che il mercato riprende a salire le persone accorrono in massa nel cercare la “next big win” e la domanda che circola è sempre la stessa: “Quale sarà la prossima criptovaluta ad andare ‘to the moon’?”

Il problema delle criptovalute è che, essendo un mercato ancora non regolamentato in diversi paesi, il rischio di pump and dump, manipolazioni e truffe è dietro l’angolo.

Vista questa premessa, è importante che tu sia in grado di fare le tue ricerche personali quando devi decidere su quale criptovaluta investire e, nonostante abbia già pubblicato una guida su come investire correttamente in Bitcoin e nelle altre criptovalute, oggi ho deciso di scrivere questa mini-guida pratica che potrai consultare ogni volta che ti addentri in un nuovo progetto.

Lista di tool utili per l’analisi di criptovalute:

  • Coincheckup.com – uno dei miei siti preferiti, offre molti più dati rispetto ad altri siti di monitoraggio di criptovalute;
  • Coinmarketcap.com – uno dei più vecchi siti di tracking dei prezzi delle crypto, decisamente più popolare di Coincheckup, ma offre meno dati;
  • Delta Portfolio Tracker – un’utile e popolare app tracker di criptovalute;
  • Blockfolio – un altro popolare tracker di criptovalute.

Avvertenze:

  • Le criptovalute non devono essere considerate come una strategia di investimento;
  • Le criptovalute sono altamente volatili ed altrettanto rischiose. Qualsiasi capitale intendi investire potrebbe andare perso in caso di incidente (a questo proposito ti consigliamo di consultare la categoria relativa alla sicurezza). Se il mercato dovesse crollare, potrebbero volerci anni per riprendersi, nel peggiore dei casi ciò non potrebbe mai accadere;
  • Le seguenti informazioni ed i contenuti di questo sito non sono consigli finanziari;
  • Quella che stai leggendo è una guida su come eseguire ricerche ed analisi ed è si basa su un’opinione personale ed individuale. L’obiettivo di tale articolo è quello di aiutarti a ad investire consapevolmente su questo settore. Tale guida non dovrebbe essere considerata come completa o sufficiente. Non dovresti mai basare alcuna decisione (finanziaria o meno) su articoli che leggi online. Affidati solamente al tuo miglior giudizio.

Il mio approccio personale alla ricerca di criptovalute:

Passo 1 – Comprensione del proprio profilo di rischio

Molte persone ti consiglieranno di acquistare criptovalute e token “a bassa capitalizzazione” (ovvero tra i 10 ed i 100 milioni di dollari) perché hanno una maggior opportunità di crescita in termini di percentuale.
Nonostante questa affermazione sia relativamente corretta, devi tenere a mente che più piccola è una moneta e più rischioso è investirci, il progetto ha infatti un rischio decisamente più elevato di fallire.

Negli investimenti tradizionali, la maggior parte delle persone puntano e sono felici nell’ottenere un rendimento annuo del 3% – 4%; ma potrebbero trovarsi in serie difficoltà finanziarie se il capitale investito viene perso, quindi la maggior parte di volte vengono selezionati titoli più conosciuti, più sicuri e più stabili.
Altre persone invece si riterrebbero soddisfatte solamente con un rendimento annuo del 7% – 12%. Queste persone potrebbero anche essere disposte a perdere tutto il loro investimento. Nel loro caso punterebbero ad un rischio più alto vista la solidità economica che hanno alla base.

Questi due gruppi differenti di persone hanno diversi “profili di rischio”.

È importante che in qualsiasi acquisto tu faccia nella tua vita (anche per qualcosa di “concreto” come un’auto), lo faccia con consapevolezza circa quale sia il profilo di rischio finanziario che puoi permetterti.
La mia opinione personale è che solo perché qualcosa ha più alta possibilità di rendimento, non significa che sia la migliore scelta.

Passo 2 – Identificazione di nuove monete o token

Ci sono tre principali modi con cui solitamente scopro le “nuove” monete o token:

  1. Tramite i post del forum Bitcointalk.org, più precisamaente nella sezione “Announcements (Altcoins)”;
  2. Nel subreddit /r/cryptocurrency;
  3. Nelle sezioni “Newly Added” di Coincheckup e “Recently Added” di Coinmarketcap.

Passo 3 – Esclusione di monete ed i token inutili/scam

Una delle prime cose che faccio quando esamino nuovi progetti è quello di sottoporli a criteri molto rigidi per rimuovere i progetti “fuffa” dalla lista.

Ognuno dovrebbe seguire una propria lista personale, se vuoi puoi comunque seguire alcuni miei punti:

  • Non compro criptovalute in industrie e settori che non comprendo;
  • Non compro criptovalute i cui team sono inattivi nella comunicazione sui social media;
  • Non compro criptovalute le cui startup/associazioni/aziende sono registrate in paesi in cui non posso convalidare un’entità aziendale solida;
  • Non compro criptovalute se non riesco a trovare i membri del team (con particolare attenzione verso i founder) su LinkedIn e convalidare che siano profili reali;
  • Non compro criptovalute i cui team adottano strategie di spamming e fanno campagne di marketing aggressive e disinformative su canali social e non;
  • Se un team sta costruendo una tecnologia nuova di zecca, non ne compro la criptovaluta/token a meno che non ci sia un documento tecnico dettagliato che ne spiega il funzionamento;
  • Se una criptovaluta ha un pre-ICO con sconto, tendo a non comprarla. Se lo facessi, sarebbe nel solo caso in cui lo sconto rispetto alla ICO pubblica è minimo e la somma acquistata sia “locked” per un periodo di tempo significativo (per evitare dump massicci successivi alla ICO pubblica);
  • Non compro criptovalute se non le usassi personalmente come utente finale.

Questi sono solamente alcuni criteri che utilizzo per filtrare rapidamente la mia lista prima di fare un’analisi più completa e dettagliata.

Passo 4 – Analisi dettagliata

Per prima cosa leggo il white paper e successivamente mi pongo le seguenti domande:

  1. Userei tale criptovaluta come utente finale?
  2. Pagherei quel prezzo come utente?
  3. Questo progetto richiede lo sviluppo di una nuova tecnologia?
  4. Qual è l’esperienza del team in questo determinat osettore? Hanno già gestito un’azienda di successo? Qual è stato l’andamento di tale azienda?
  5. Il team ha la capacità di sviluppare tale tecnologia? Gli ingegneri e developer sono riconosciuti in questo settore? Hanno product manager e assistenza clienti?
  6. È chiaro come il progetto genererà utenti/clienti?
  7. Perché stanno usando la blockchain? Ne hanno davvero bisogno oppure usano il termine “blockchain” perchè fa hype? Quali sono i pro e i contro nell’usare la blockchain in questo caso e perché la blockchain dovrebbe migliorare l’attuale alternativa sul mercato? (Tieni a mente che attualmente, nella maggior parte dei casi, i sistemi basati su blockchain sono lenti e costosi).
  8. Fai attenzione alle affermazioni assolutiste. Ogni progetto ha aspetti e conseguenze negative, un vero progetto sarà realistico nel delineare soprattutto questi ultimi.

Inoltre, se si tratta di un progetto già avviato, controllo la pagina dei dettagli della moneta su CoinCheckUp. Un esempio è la pagina relativa a Bitcoin.

Pongo particolare attenzione a:

  • Scheda “Analysis” > “GitHub Development” per vedere l’attività di programmazione circa il progetto;
  • Scheda “Analysis” > “Coin facts & figures” per vedere se a capo della moneta/token c’è una società, controllo le informazioni sul CEO/CTO e mi informo sul resto del team;
  • Scheda “Markets” – Controllo su quali exchange viene scambiata la moneta ed i volumi relativi. Se è presente solo in un paio di exchange, controllo che sia almeno presente su quelli più conosciuti ed affidabili come Binance. A volte controllo anche lo spread;
  • Scheda “Charts” – Controllo che il volume abbia un valore decente, crescente e costante. È facile rimanere intrappolati in una valuta con un volume basso.

Una volta che ho esaminato queste informazioni, di solito controllo il subreddit o il forum ufficiale del progetto e mi pongo una serie di domande come:

  • Annunciano costantemente partnership e collaborazioni? Se si, come beneficeranno il progetto? Sono partners reali oppure di pura fantasia? Se sono frequenti post di bassa qualità e irreali, presumo che il team stia solo cercando di pompare il mercato;
  • Gli amministratori, i moderatori ed il resto del team sono ostili nei confronti di persone che pubblicano critiche nei confronti del loro progetto o che stanno facendo domande “scomode”? Se si tratta di un subreddit/forum/gruppo di parte con annesso lavaggio del cervello degli utenti, pieno di aggressività, dittatoriale e nel quale non è possibile sottoporre alcuna domanda, lo evito;
  • Le persone che si occupano di marketing e comunicazione pubblicano post e rispondono in modo genuino o c’è molto linguaggio “markettaro” con tanti giri di parole e senza una vera risposta?

Conclusione

Prevedere la prossima moneta che farà il boom è impossibile, li fuori ci sono tanti progetti basati sul nulla cosmico che però capitalizzano decine di miliardi di dollari; allo stesso modo, ci sono decine di progetti seri e che meriterebbero di più, che però non riescono a spiccare e ad avere visibilità rispetto agli altri (per varie cause che non starò qui ad elencare).

La regola d’oro è quella che vale in ogni mercato finanziario: diversificare. Diversificando tra più monete infatti riduci il rischio.

Riccardo Masutti
Autore

Sono uno startupper, ethical hacker e consulente di Blockchain/Bitcoin e Digital Marketing. Mi considero una persona intraprendente e molto determinata, faccio del learning transfer il mio punto di forza e questo spiega il perchè sono sempre interessato nelle nuove tecnologie ed innovazioni. Ho una mentalità Open-Source oriented, amo la crittografia e tengo molto alla sicurezza, sia relativa a Bitcoin ma non solo… Bitcoin user and miner since 2011.

1 Comment

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.